Diritto

Ultimo aggiornamento .

TRIBUNALE DI VENEZIA: AMMISSIBILE IL DEPOSITO DI COMPARSA DI COSTITUZIONE IN VIA TELEMATICA

Venezia, 13 novembre 2014. E’ quanto ha deciso il Giudice del Tribunale di Venezia dott.ssa Alessandra Ramon con ordinanza del 10 novembre 2014.La questione: il resistente si costituisce depositando la comparsa di costituzione e risposta a mezzo deposito telematico (prima del decreto ministeriale che autorizza proprio dal 10 novembre 2014 al deposito telematico anche degli atti introduttivi). La ricorrente eccepisce l’inammissibilità della costituzione atteso il divieto di deposito di atti (introduttivi o comparse) che non siano atti endoprocedimentali. La difesa della ricorrente è basata esplicitamente sulla base della Tribunale di Padova che interpreta il divieto sulla base dell’art. 35 DM n. 44/2011.

Il Giudice veneziano, invece, sposa la tesi più ardita sostenendo che l’art 35 DM 44/2011 si limita, quale fonte sublegislativa a prevedere che un decreto dirigenziale debba accertare “l’installazione e l’idoneità delle attrezzature informatiche, unitamente alla funzionalità dei servizi di comunicazione dei documenti informatici nel singolo ufficio” al fine di consentire la trasmissione dei documenti informatici ai soggetti abilitati esterni. ne deriva che detto decreto non deve individuare nè gli atti da inviare obbligatoriamente con il mezzo telematico nè il valore e la copertura legale di tale forma di comunicazione.

L’ordinanza continua sostenendo che argomenti a favore del deposito telematico si arguiscono dal fatto che non vi è alcuna disposizione del codice di rito che sanzioni la nullità o l’inammissibilità se non vi è espressa previsione normativa ed inoltre che la nullità non può mai essere pronunciata se l’atto ha raggiunto lo scopo.
Una decisione coraggiosa e condivisibile.

Ci si chiede, solamente, se tale decisione sarebbe stata presa ugualmente anche in assenza del decreto dirigenziale del Ministero della Giustizia che ha autorizzato il deposito telematico presso il Tribunale di Venezia anche per gli atti introduttivi del giudizio e per gli atti costitutivi e ciò a far data dal 10 novembre 2014. Guarda il caso proprio la data dell’ordinanza del Giudice.

Avv. Victor Rampazzo - Presidente del Movimento Forense sez. di Venezia


Clicca per vedere l’ ordinanza


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine